SCOPRI I BONUS EDILIZI PROMOSSI DAL GOVERNO ITALIANO

A seguito della pandemia il settore dell'edilizia usciva da una profonda crisi, a cui la comunità europea ha risposto con un enorme piano di investimenti, il Next Generation EU con oltre 1800 miliardi di investimenti.

Il governo italiano ha aderito all'iniziativa europea ottenendo oltre 220 miliardi di euro che ha concretizzato attraverso il piano di ripresa e resilienza. 

I bonus edilizi, che fanno parte delle iniziative più emblematiche del PNRR, rappresentano un'occasione unica per avviare il paese verso un avventura epocale per umanità intera come quella della transizione ecologica.

I bonus edilizi di cui il cittadino può fruire sono moltissimi, dal classico bonus ristrutturazione al 50% ed Ecobonus al 65% fino ai più recenti SuperEcobonus 110% e Sismabonus 110% introdotti dal governo italiano il 19 maggio 2020.

Per fortuna a fare chiarezza ci aiuta L'ENEA con un interessante schema riassuntivo che proponiamo di seguito.

Che prestazioni ha un piano a induzione?

Conviene davvero approfittarne?

IMG_0879.jpg

I bonus attuali garantiscono un risparmio concreto per il cliente finale che può godere di un risparmio davvero importante sulle opere di riqualificazione energetica e sismica.

Un occasione che non bisognerebbe perdere.

 

Ovviamente dato il grande vantaggio dell'iniziativa le procedure finalizzate ad arginare fenomeni di irregolarità non hanno tardato ad arrivare.

I controlli disposti dalle autorità, sono molto stringenti e in alcuni casi addirittura punitivi.

Le attuali disposizioni tendono (oserei dire finalmente) a premiare solo quei professionisti che eseguono il loro lavoro con qualità e coscienza.

Il quadro legislativo infatti, obbliga ad eseguire le fasi delle opere secondo alcune regole tipiche del codice degli appalti pubblici a scapito della semplificazione nell'organizzazione del cantiere e dell'avvio dei lavori.

In questo modo, in caso di controlli da parte delle autorità, le possibili leggerezze di una progettazione poco curata o di una direzione dei lavori distratta, potrebbero far sfumare i progetti del cliente finale, facendolo ritrovare in guai seri con l'agenzia dell'entrate.

Per questo è fondamentale affidarsi a professionisti seri che seguano attentamente l'evolversi della legislazione e soprattutto lavorino con tecniche di progettazione all'avanguardia come il BIM, digitalizzando il cantiere, ed avendo il massimo controllo sulle opere e sulle lavorazioni.

Studio Tecnico Martinelli per questo offre servizi di progettazione integrata di alta qualità e una direzione dei lavori eseguita mediante la digitalizzazione del cantiere.

Vogliamo, infatti, che i nostri clienti abbiano la massima efficacia nel controllo dei costi del loro progetto e nelle raggiungimento delle performance richieste.

Inoltre sfruttando le più innovative piattaforme di digitalizzazione per il tuo cantiere è possibile accorciare i tempi di esecuzione, migliorando la sinergia degli attori all'interno del cantiere stesso e garantire inoltre elevati standard di sicurezza.

Dott. Per. Ind. Piergiorgio Martinelli

IMG_0574_edited.jpg